canilfideahalleytechbnosafemastergroup

Ufficialmente scattati il “Full Camp” e il “Day Camp” di Cingoli

Ancona Matelica > Uncategorized > Ufficialmente scattati il “Full Camp” e il “Day Camp” di Cingoli

Sono ufficialmente scattati il “Full Camp” e il “Day Camp” di Cingoli, gli appuntamenti dell’estate che uniranno bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni con i tecnici dell’Ancona Matelica.
Un programma di allenamenti in linea con l’età e con le caratteristiche di tutti i partecipanti, studiato per migliorare la tecnica personale e sviluppare i fondamentali del gioco più bello del mondo, il calcio.

“Abbiamo deciso insieme al Direttore Tecnico Alberto Virgili, al Responsabile Leonardo Scodanibbio e tutti i collaboratori del Settore Giovanile biancorosso – ha dichiarato la DG Roberta Nocelli – di organizzare due formule di Camp per venire incontro alle esigenze di tutte le famiglie. La prima opzione è quella del “Full Camp” di Cingoli, città dell’entroterra che grazie alle sue strutture, sia sportive che ricettive, favorisce soggiorni lunghi ed esperienze di questo tipo. Il “Day Camp” allo stadio Dorico di Ancona inizierà invece lunedì 04 Luglio”

“L’ idea – ha proseguito la Nocelli – nasce per avvicinare sempre di più i ragazzi e i giovani al nome dell’Ancona, perché riteniamo fondamentale radicarci nel territorio e cercare di aumentare il valore dei nostri giovani e del brand Ancona, continuando a rapportarci in maniera proficua con le Società e il territorio della nostra regione. Crediamo molto nello sviluppo nel Settore Giovanile, il nostro progetto continuerà sempre a svilupparsi sotto questo punto di vista e con questa ideologia. Mi preme ringraziare i genitori per la fiducia che ci hanno dato affidandoci i loro figli per una settimana. Alla presenza dei nostri tecnici Luca Gentili, Cristian Giovagnini, Valeriano Recchi, Roberto Paolucci, Riccardo Farabollini, Nicola Latini, Daniele Ciampichetti, Riccardo Santoni, Marco Biccari, oltre ai responsabili del settore giovanile Leonardo Scodanibbio e Lorenzo Brachetta (a Matelica), al Segretario Pasquale Valzano e al nostro collaboratore Pietro Massaccesi, abbiamo spiegato ai ragazzi cosa significhi portare il Cavaliere armato sul petto. Con la raccomandazione di essere rispettosi dei luoghi, dei luoghi, dei materiali e delle persone, perché rappresentano a tutti gli effetti il club”.