canilfideahalleytechbnosafemastergroup

Category

Uncategorized

Per l’attacco biancorosso ecco Alessandro Faggioli

Per il reparto avanzato ecco l’attaccante centrale classe 2000 Alessandro Faggioli.

Nato a Penne, Faggioli ha esordito giovanissimo in Serie C con il Teramo, prima di passare alla Primavera del Pescara e farsi notare in serie D con le casacche di Cerignola, Notaresco e, nell’ultima stagione, del Calstelnuovo Vomano.

“Sono onorato – ha dichiarato Faggioli – di questa opportunità che mi offre la Società biancorossa. Farò tutto il possibile lavorando sodo per ripagare la fiducia. Arrivo carico, con un grande entusiasmo ed una immensa voglia di fare bene”.

Il centrocampista Andrea Delcarro vestirà la maglia biancorossa

Vestirà la maglia biancorossa la mezzala con il vizio del gol Andrea Delcarro, classe 1993, nella scorsa stagione in forza alla VirtusVecomp Verona (34 presenze e 3 reti).

Venticinque anni, nato in provincia di Bergamo, Delcarro vanta una lunga esperienza in Serie D (Rudianese, Caravaggio, Levico Terme, Clodiense, Adriese e Calvina) e non vede l’ora di mettersi a disposizione di mister Colavitto.

“Ho sentito subito la fiducia della Società. Sono felice di entrare a far parte di questo progetto serio e ambizioso. Arrivo in una piazza – ha dichiarato il giocatore – che ha grande fame di calcio con umiltà e grandi motivazioni. Il mio obiettivo è di migliorare sotto tutti i punti di vista”.

Per la difesa biancorossa il centrale Luca Iotti

Approda in biancorosso il difensore centrale classe 1995 Luca Iotti.

Cresciuto nelle giovanili del Milan, dopo un’esperienza in Spagna, Iotti è passato all’Ascoli e da lì ha esordito nel professionismo con le maglie di Olbia, Teramo e, nell’ultima stagione, FeralpiSalò.

“Sono molto contento di entrare a far parte di una bella realtà che ha sempre dato prova di concretezza. Ho subito sentito la fiducia della Società – ha dichiarato Iotti- e sono molto contento della mia scelta. Sarà un anno importante, arrivo con molto entusiasmo e non vedo l’ora di mettermi al lavoro. Speriamo di poter creare un gruppo affiatato e di poter tornare ad avere il sostegno dei tifosi”.

Leonardo Scodanibbio nuovo Responsabile del Settore Giovanile biancorosso

Sarà Leonardo Scodanibbio il nuovo Responsabile del Settore Giovanile biancorosso.

Profilo giovane, ma dalle spiccate doti professionali e morali, il classe 1991 è all’esordio tra i Professionisti, ma vanta già un lungo curriculum.
Laurea magistrale in Scienze Motorie conseguita presso l’Università di Urbino, Scodanibbio ha iniziato prestissimo la carriera di allenatore e responsabile di alcuni vivai regionali (Montecassiano, Appignano, Potenza Picena e Porto Recanati) ottenendo anche la qualifica Uefa B. Parallelamente ha iniziato anche una proficua collaborazione con il Centro Federale Territoriale di Recanati e la pratica dell’insegnamento in ambito scolastico.

“La scelta – ha dichiarato il Direttore Tecnico del Settore Giovanile Alberto Virgili – è ricaduta su Leonardo perché è un ragazzo giovane, preparato, sveglio e pragmatico. Incarna alla perfezione tutte le caratteristiche ricercate dalla Società per una figura così importante. Lavorerà a stretto contatto con me, con la mia massima stima e operatività. Sono sicuro che ripagherà a pieno la nostra fiducia”.

“E’ un vero orgoglio – ha dichiarato il nuovo Responsabile –entrare a far parte di una realtà che da anni si sta contraddistinguendo per aver creato un modello. La chiamata di un professionista come Alberto Virgili, con il quale avrò l’onore di lavorare fianco a fianco, rubando quanti più segreti possibile, rappresenta una immensa gratificazione per quanto seminato in questi anni. Per me si tratta di una straordinaria opportunità lavorativa ed umana. Sono entusiasta, non vedo l’ora di iniziare questa sfida impegnativa e affascinante, che avrà un ampio bacino e che sarà qualcosa di nuovo per il territorio”.

“Sono consapevole – ha concluso Scodanibbio – che, come ha dichiarato lo stesso Patron nella conferenza stampa di presentazione, il nostro è un progetto dall’enorme potenziale, ma che avrà bisogno di un respiro di almeno cinque o sei anni. Per vedere risultati nei settori giovanili non esistono scorciatoie, non si può pretendere senza prima dare. Solo lavoro, tempo, passione e competenza portano frutti. La Società è già stata chiara per quanto riguarda gli obiettivi e come intende raggiungerli. Niente proclami e profilo basso. Quello che garantiremo saranno impegno e serietà, i fatti ci diranno se la strada è giusta. Ho grande fame di conoscere. Mi metterò a disposizione con umiltà, dovrò capire alla svelta come si muove una realtà che, oltre a essere una famiglia, ha anche una struttura, delle dinamiche ed un contesto molto più professionali e aziendali, con sei squadre a carattere nazionale”.

Al contempo il Matelica saluta e ringrazia l’ex Responsabile Omar Ippoliti per il lavoro svolto nelle ultime due stagioni, augurandogli le migliori fortune umane e professionali.

Rinforzo a centrocampo: ecco Michael D’Eramo

Arriva in biancorosso il centrocampista abruzzese classe 1999 Michael D’Eramo.

Dopo il Settore Giovanile nel Vicenza, D’Eramo è approdato per tre stagioni in Serie D nelle fila dell’Avezzano, mettendo insieme un bottino di 78 presenze e 14 reti.

Le sue doti gli sono valse la chiamata dello Spezia in Serie B. Negli ultimi due anni ha sempre ben figurato in Lega Pro con le casacche di Ravenna e Vis Pesaro, con cui la scorsa stagione ha totalizzato 25 apparizioni e due centri.

“Conoscevo la Società – ha dichiarato il centrocampista ventiduenne –che nel corso degli anni ha sempre dato prova di continuità e serietà, facendosi rispettare ovunque.  Avevo voglia di far parte di questo progetto. Sono felice della mia scelta. Ho stimoli ed entusiasmo. Ringrazio per la fiducia e prometto il massimo impegno. Non vedo l’ora di ricominciare e mettermi alla prova. Speriamo di poter tornare a giocare in uno stadio pieno, con i tifosi al nostro fianco”.

Foto Filippo Baioni, Vis Pesaro ©️

Per l’attacco biancorosso arriva Filippo Berardi

Il reparto avanzato biancorosso si arricchisce di un’altra pedina importante: si tratta dell’attaccante esterno classe 97 Filippo Berardi.

Punto fermo della nazionale di San Marino di mister Varrella, 1,76 m per 70 Kg, Berardi è nato a San Marino, ma è stato acquistato giovanissimo dal Rimini.

Dopo l’esperienza con la Primavera del Torino, con la quale ha anche conquistato una prestigiosa Supercoppa italiana a livello giovanile, si è stabilmente mosso in Serie C con le casacche di Juve Stabia, Monopoli. Nelle ultime due stagioni ha vestito la maglia della Vibonese, con la quale lo scorso anno ha totalizzato 24 presenze e 3 reti.

“Sono contento della mia scelta e super carico. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura. Parlando con il Direttore e il Presidente – ha dichiarato Berardi – sono stato subito conquistato dal progetto che mi hanno illustrato. I risultati conseguiti nella scorsa stagione parlano per loro. Le idee sono ottime e la piazza importante. Mi auguro di far bene con la nuova maglia, per me si tratta di un importante passo in avanti nella mia carriera. Sono entusiasta di lavorare con mister Colavitto, un tecnico molto preparato e di cui si parla un gran bene, capace di valorizzare al massimo il potenziale offensivo delle sue squadre. Mi metterò a completa disposizione dello staff, ho voglia di crescere e migliorare”.

Staff tecnico prima squadra: confermati Alberto Virgili e Fabrizio Nizi

Faranno ancora parte dello staff tecnico che affiancherà mister Gianluca Colavitto ed il vice Marco Noviello nella prossima stagione in Lega Pro anche il preparatore atletico Alberto Virgili ed il collaboratore prima squadra Fabrizio Nizi.

Alberto Virgili, colonna portante della famiglia biancorossa da cinque anni, abilitato come preparatore atletico professionista dal 2013, ha vissuto negli scorsi mesi la sua prima esperienza in Lega Pro, ottenendo risultati eccellenti.

“Una conferma che mi rende estremamente orgoglioso. E’ un piacere lavorare in uno staff così affiatato – ha dichiarato Virgili – e che può contare su un mister come Gianluca Colavitto, dotato di una estrema umanità e di una visione calcistica fuori dal comune. Quello che ci aspetta, dopo la splendida annata vissuta, sarà un campionato ancora più difficile, nel quale ci dovremo confermare e potenzialmente migliorare. Sono sicuro che daremo tutti il massimo per toglierci ancora insieme tante soddisfazioni”.

E’ invece alla undicesima esperienza in biancorosso Fabrizio Nizi, anche lui reduce dalla prima brillante esperienza in Lega Pro.

“Abbiamo vissuto un’annata strepitosa, andata oltre ogni più rosea aspettativa e culminata nei playoff. Sono carichissimo per questa nuova avventura e sono felice di proseguire il percorso di crescita intrapreso anni fa con la Società. Un percorso che oggi si arricchisce di una nuova e prestigiosa pagina, che per tutti noi porterà ancora più stimoli e grande responsabilità”.

Luca Gentili preparatore dei portieri della prima squadra e responsabile area portieri del Settore Giovanile

Sarà Luca Gentili il preparatore dei portieri della prima squadra ed il responsabile dell’intera area portieri del Settore Giovanile.
Figura nuova e dal grande peso specifico nel futuro del sodalizio biancorosso, Gentili, nato a San Severino Marche, classe 1972, è un ex portiere professionista.
Lunghissima la sua carriera: cresciuto nelle giovanili della squadra della sua città, la Settempeda, viene acquistato dal Bari. Con i galletti pugliesi passa diverse stagioni, condividendo lo spogliatoio con grandi campioni del calibro di Boban, Platt, Zambrotta, Ventola e Legrottaglie. Tante le maglie prestigiose indossate in carriera, tra cui Catanzaro (vittoria del campionato di Serie C1 nel 2004) e Taranto, per un totale di ben 256 incontri tra i professionisti (2 in Serie A, 1 in Serie B, 52 in Serie C1 e 201 in Serie C2).
Terminata la carriera agonistica, Gentili ha iniziato quella di preparatore dei portieri. Dopo le prime esperienze con Nocerina e Latina, è entrato nello staff tecnico di mister Cristian Bucchi che ha seguito nelle avventure alla Maceratese, al Perugia, al Sassuolo, al Benevento e all’Empoli.
“Entro in una grande e ambiziosa famiglia. La molla che mi ha convinto – ha dichiarato Gentili – è stata la bontà del progetto, ma non da meno la grande serietà dell’ambiente e delle persone che ne fanno parte, a partire dal Patron Mauro Canil e per proseguire con tutti i suoi collaboratori. Porto volentieri in questa nuova avventura la mia esperienza, ho grandi motivazioni e voglia di crescere insieme a questa Società. Un mattoncino alla volta, con il lavoro quotidiano e l’organizzazione, cercheremo di costruire insieme un bel percorso da portare avanti giorno dopo giorno con serietà ed entusiasmo”.
“Sono nata a San Severino come Luca Gentili – ha commentato la DG Roberta Nocelli – ma, quando lui faceva già il portiere professionista a Bari, io non sapevo neanche che forma avesse un pallone da calcio. A parte le battute, conosco Luca e la sua famiglia da tutta la vita. E’ una persona seria, un gran lavoratore, con valori morali altissimi. Incarna perfettamente una di quelle figure che siamo onorati di avere al nostro fianco. L’ennesima dimostrazione che questa Società sta investendo tantissimo per innalzare il livello qualitativo dei propri tecnici”.
“Luca Gentili – ha concluso la Nocelli – sarà infatti anche una pedina fondamentale per il percorso di crescita del nostro vivaio. Avere un Responsabile Area portieri del Settore Giovanile del suo spessore tecnico e umano, un professionista che sin dall’inizio della sua carriera ha sempre fatto calcio ad alti livelli senza mai perdere di vista quelli che sono i valori dello sport, è veramente per noi un orgoglio ed un immenso valore aggiunto per la nuova stagione”.

Nuovo arrivo in casa biancorossa: ufficiale Salvatore Papa

Nuovo arrivo in casa biancorossa: ufficiale l’arrivo del centrocampista classe 1990 Salvatore Papa.

Nato a Cosenza, 178 cm per 68 Kg, Papa vanta già una lunga esperienza in Lega Pro. Dopo il Settore Giovanile nella sua Rende, il centrale di centrocampo fu acquistato dall’Inter.

Da lì Papa non si è più fermato, vestendo le casacche di Foligno, Santarcangelo, Aversa, Vigor Lamezia e Cuneo, prima di approdare  al Ravenna quattro anni fa: nell’ultima stagione 28 presenze e 5 reti per lui con i romagnoli.

“Sono contento della mia scelta. Il Direttore mi ha fatto sentire la fiducia della Società, che conoscevo e apprezzavo da tempo per serietà e correttezza. L’anno scorso,quando ci siamo affrontati da avversari, ne ho potuto apprezzare direttamente la grande organizzazione. Questo secondo me fa la differenza. Il mio obiettivo nei prossimi mesi è quello di fare bene giorno dopo giorno. Sono motivato ed entusiasta, sono sicuro che ognuno di noi darà il massimo per vivere al meglio questa nuova avventura e farsi apprezzare”.

Sarà ancora il Dottor Giorgio Del Gobbo il Responsabile Sanitario dei biancorossi

Sarà ancora il Dottor Giorgio Del Gobbo il Responsabile Sanitario dei biancorossi.
Punto di riferimento per tanti sportivi del territorio, il Dottor Del Gobbo, che anche per la prossima stagione sarà a capo dello staff medico allestito dalla Società del Patron Mauro Canil, ha fatto il punto della situazione dopo un’annata lunga e densa di soddisfazioni.

Sta per andare in archivio una stagione bellissima, ma molto impegnativa dal punto di vista sanitario.

Ci siamo trovati a dover gestire una situazione anomala. Il Covid ha stravolto completamente tutte le nostre abitudini. Un virus silenzioso che purtroppo nell’ultimo periodo ci ha colpiti duramente. Tamponi, test sierologici, isolamento per i casi di positività. Dal punto di vista traumatologico, abbiamo avuto solo una normale amministrazione. L’impegno più grande è stato appunto quello burocratico – amministrativo di tenere sempre sotto controllo la situazione e per questo devo ringraziare la DG Roberta Nocelli e la Segretaria Generale Roberta Mancini, che sono state sempre impeccabili, aiutandomi moltissimo nel mio compito, gestendo la documentazione ed organizzando tutto con grande scrupolosità.

Il più grande orgoglio?

Al di là dei risultati, si è creato un gruppo di lavoro affiatato capace di conquistarsi il rispetto di tutti. Sono orgoglioso di aver fatto capire ai ragazzi che la figura del medico rappresenti un punto di riferimento e una persona di fiducia per tutti.

Una sinergia completa nello staff che ha dato i suoi frutti, portando i biancorossi spesso ad essere citati come esempio.

I meriti dello staff sanitario vanno condivisi con tutti i preparatori atletici, allenatori e vice. I frutti si sono visti grazie anche all’oculatezza con cui i ragazzi sono stati gestiti, all’accuratezza nel programmare le pause e i giorni di riposo. Un grande lavoro che ha dato grandi risultati.

Cosa pensi di questa nuova avventura? Che campionato sarà in una cornice così importante e con il ritorno del pubblico?

Sicuramente sarà una bella avventura. Avere uno stadio con il pubblico sarà tutta un’altra cosa per gli occhi e per lo spirito. Prima però dovremo conquistare il cuore dei tifosi dorici. Conoscendo la Società, sono sicuro che punterà a far bene anche nella nuova realtà. Con il Presidente, il Direttore, lo staff tecnico e tutti i collaboratori il rapporto è stato splendido. Dal punto di vista umano speriamo si possa ricreare la stessa sinergia degli scorsi mesi. Mutando la logistica, dovremo sostituire alcuni elementi e speriamo di trovarne altrettanto validi per la prossima stagione.

1 50 51 52 53