canilfideahalleytechbnosafemastergroup

Category

Uncategorized

Ufficiale il calendario delle competizioni della stagione sportiva 2022/2023

Questa mattina si sono svolte, alla presenza del presidente Francesco Ghirelli, le riunioni del Comitato Esecutivo di Lega Pro e del Consiglio Direttivo. E’ stato stabilito il calendario competizioni della stagione sportiva 2022/23. La stagione inizierà domenica 21 agosto con il primo turno eliminatorio di Coppa Italia. Il 28 agosto il via al campionato. L’ultima giornata sarà disputata il 23 aprile 2023. I playoff avranno inizio il 30 aprile e termineranno con la classica doppia finale andata e ritorno il 4 e l’11 giugno 2023. Un’ampia parte della riunione è stata dedicata al tema delle regole. In merito al regolamento sul minutaggio dei giovani, il Consiglio Direttivo ha condiviso la necessità di darne massima stabilità, confermandolo anche per la prossima stagione. Riguardo al campionato 2022/23, il Consiglio Direttivo ha inoltre approvato il codice di autoregolamentazione, all’interno del quale per la prima volta è stato inserito l’adempimento relativo al budget delle società. Infine è stata presentata l’attività del marketing di Lega Pro.

Trent’Anni: straordinaria festa per rievocare la prima storica promozione in Serie A dell’Ancona

Uno stadio Del Conero vestito a festa è stato il teatro della straordinaria manifestazione organizzata dalla società biancorossa per ricordare il trentesimo anniversario della conquista della prima storica Serie A da parte dei ragazzi di mister Guerini nel 1992.

Con il patrocinio del Comune di Ancona, a partire dalle 19:00 sul manto dell’impianto cittadino si sono sfidate in campo in una divertente esibizione una delegazione della Curva Nord e una selezione di vecchie glorie e giocatori della rosa attuale con in panchina il tandem Guerini – Colavitto.

Il campo, anche dopo i calci di rigore, ha sancito un salomonico pareggio per la gioia di tutti.

A bordo campo a fare gli onori di casa i giornalisti cantori delle gesta biancorosse di oggi e di ieri Andrea Carloni e Paolo Papili con interviste, battute, siparietti e amarcord per tutta la durata dell’evento. Anche Mauro Anconetani è intervenuto a portare il suo ricordo.

Presente la Società al completo, assolutamente soddisfatta per l’ottima riuscita dell’evento con circa 2000 presenze e per aver saputo creare un magico ponte ideale tra passato, presente e futuro.

A prendere la parola per primo è stato Mauro Canil: “Complimenti anche da parte mia agli eroi di Bologna. Sentirli chiamare uno per uno ancora oggi provoca pelle d’oca. Posso solo immaginare che tipo di entusiasmo abbiano portato all’epoca. Un po’ ne abbiamo portato anche noi e faremo di tutto per farlo anche in futuro. Siamo qui da quasi un anno. Quando ci siamo presentati alla Mole Vanvitelliana lo scorso 15 Giugno ci sono state chieste alcune cose assolutamente giustissime e possiamo dire di aver mantenuto tutte le promesse. In questo momento possiamo annunciare che anche quella del nome lo sarà presto visto che abbiamo depositato proprio oggi in Lega Pro l’istanza per il cambio di denominazione. Non appena sarà rarificato ci chiameremo US Ancona srl. La prima Società ad essere affiliata sarà la S.S. Matelica”.

Tutto vero e tutto confermato dal Segretario Generale della Lega Pro Emanuele Paolucci giunto al Del Conero a portare il suo saluto istituzionale.

“Sono molto emozionato e ringrazio per l’invito. Porto anche il saluto del Presidente Ghirelli per dimostrare la vicinanza della Lega Pro a questa Società e a questa grande città. Sono i tifosi, che finalmente rivediamo sugli spalti dopo due anni di sofferenza, che rendono il calcio magico. Confermo che è nella giornata di oggi è arrivata in Lega Pro l’istanza che sarà elaborata nel più breve tempo possibile”.

La parola è poi passata a Roberta Nocelli, madrina di un bellissimo scambio di gagliardetti tra quattro bambini in divisa ufficiale e con in mano i simboli di Ancona, Matelica, Anconitana e Ancona Respect.

“Sono emozionata – ha dichiarato la DG – di ritornare a vedervi allo stadio dopo un mese di assenza. Queste sono le quattro Società che hanno permesso a tutti noi di essere qui. Anche se tra pochi giorni ci chiameremo U.S. Ancona il rapporto tra Ancona e Matelica non si potrà mai dividere visto il percorso fatto insieme”.

La serata è poi proseguita con la cena andata in scena sul manto erboso dello Stadio ed altri bellissimi momenti tra interviste e video direttamente dal palcoscenico allestito sotto la Gradinata Neri.

Tifosi in visibilio tra applausi scroscianti, striscioni, fumogeni e musica sia per salutare gli eroi di Bologna che scrissero la storia sia per celebrare il bellissimo momento conviviale magistralmente organizzato dalla Società e suggellato dallo scambio di targhe, libri e doni reciproci, mentre sullo schermo scorrevano le immagini dei gol più belli della cavalcata biancorossa.

Da Hong Kong è arrivato il video saluto di Tony Tiong, accolto con grande calore.

“Buona sera a tutti e benvenuti a questa meravigliosa serata che celebra i 30 anni della prima storica promozione dell’Ancona in serie A. Mi dispiace non essere con voi ma ho voluto registrare questo messaggio per dirvi quanto ci tengo a questa società e quanto sono orgoglioso di esserne il Presidente. Stiamo lavorando tutti insieme per realizzare il centro sportivo che per noi rappresenta la base per lo sviluppo del nostro progetto mentre il direttore sportivo e il mister sono concentrati sulla costruzione di una squadra competitiva per la prossima stagione. Allo stesso modo Alessandro Bellavista con i suoi scout è alla ricerca sul territorio di giovani per comporre le squadre del nostro settore giovanile. Stiamo strutturando la società con nuove figure organizzative per garantire sempre di più l’efficienza della macchina operativa. Avremo un’azienda che si occuperà della parte commerciale per radicarci sempre di più con le aziende locali ma anche internazionali. Il nostro compito è quello di avere, passo dopo passo, una società sostenibile economicamente. Non vedo l’ora di tornare ad Ancona per apprezzare ancora di più le bellezze della città e della costa. Ci vediamo presto e sempre FORZA ANCONA!”.

Ha mandato un messaggio anche il Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Trent’anni dalla storica promozione in Serie A, la prima dell’Ancona. Fu un risultato che coinvolse tutta la regione, perché l’Ancona ha la caratteristica di rappresentare perfettamente le Marche. Va dato atto al Presidente e tutto lo staff che il percorso di questi anni con il Matelica sia stato eccezionale. L’intuizione di portare la squadra ad Ancona è stata di grande qualità perchè mantiene una forte caratterizzazione della Regione e al tempo stesso apre una prospettiva di sviluppo anche con l’arrivo del nuovo imprenditore con una potenzialità molto forte. L’attenta capacità di legarsi al territorio e ai tifosi consentono di pensare a questo anniversario come un percorso che possa portare un futuro roseo. Se lo meriterebbero la città, la Proprietà e i dirigenti. Ci tengo a mandare un particolare saluto a Roberta Nocelli, una forza incredibile che costituisce un elemento dirigenziale di riferimento per il club e la città e rappresenta questo forte legame. Quando sono venuto ho visto il clima che si vive all’interno dello stadio e della dirigenza, le grandi capacità degli imprenditori che guidano oggi l’Ancona, per cui da parte nostra della Lega Pro vi facciamo i migliori auguri per un futuro che possa essere sereno, pieno di gioia e felicità. Grazie di tutto quello che fate. Questo è il calcio che fa bene al Paese”.

Allo stesso modo non è voluto mancare l’Assessore allo Sport del Comune di Ancona Andrea Guidotti che ha consegnato delle targhe a nome dell’Amministrazione Comunale.

”Grazie per questa meravigliosa ed emozionante serata. Siamo tornati indietro di trent’anni, soprattutto noi cinquantenni che abbiamo vissuto quegli splendidi anni partiti con mister Cadè per poi coronare la Serie A con gli uomini di mister Guerini. Grazie alla famiglia Canil, con tutto il suo entourage, in primis sua moglie Sabrina, grande donna. In questi mesi, dopo le prime positive sensazioni, ci hanno dimostrato di essere sinonimo di serietà, impegno e lungimiranza. Per noi è una fortuna avere incontrato una persona seria, che mantiene tutte le promesse. Questa nuova sinergia è molto importante e la sua presenza per noi è fondamentale. Per questo abbiamo ritenuto importante omaggiarlo di una targa così come Roberta Nocelli, vulcano di passione, competenza e serietà che ha conquistato l’intera città. Una donna con grandi competenze, con cui sin dall’inizio della stagione abbiamo condiviso tutto con la stessa visione e l’obiettivo di far crescere questa Società, affrontando insieme i problemi, lavorando in silenzio per risolverli. Roberta è la testimonianza che una ragazza non di Ancona ha conquistato una città intera. Una città che può dare ancora tanto, come sanno bene gli uomini di Guerini che ci hanno regalato una gioia incredibile, rendendoci orgogliosi di loro. Abbiamo preparato una targa anche per il nostro grande condottiero. Per lui e per tutta la squadra la dedica ‘sarete sempre gli eroi della nostra città’”.

La parola è poi passata proprio a mister Vincenzo Guerini.

“Questa accoglienza era assolutamente inaspettata. Dopo trent’anni ricevere un affetto così grande è stato incredibile. Volevo ringraziare la Società per questa organizzazione strepitosa fatta con passione. Il mio augurio più sincero è che questa Società possa crescere e raccogliere le soddisfazioni che abbiamo raccolto noi e anche di più. Ringrazio anche a nome dei ragazzi. Oggi sono più emozionato rispetto a trent’anni fa. Ricevere questo affetto può succedere solo ad Ancona”.

Non sono mancate le parole del neo A.d. Roberto Ripa: “Voglio ringraziare mister Guerini che insieme a Massimo Gadda ci ha dato l’opportunità di organizzare questa festa che meritavate. Volevamo dare a voi eroi di Bologna questo tributo, ma anche ai tifosi la possibilità di gioire di questa giornata. Il nostro augurio, desiderio ed impegno sarà quello di rivivere questi momenti nel prossimo futuro. Noi e voi tutti insieme”.

A concludere non poteva che essere Roberta Nocelli, che, prima di salutare, ha chiamato sul palco anche Antonio Postacchini, nuovo membro del Consiglio di Amministrazione e colui che in concreto ha messo in contatto la Società con Tony Tiong, che ha ringraziato emozionato.

“Il NOI&VOI non è una frase fatta o un hashtag di moda. E’ l’essenza di questa serata con in mezzo una sola parola, il rispetto, che questa città e questi tifosi meritano. Noi con il nostro modo di fare abbiamo cercato in ogni modo di portarlo, loro sono stati ancora più bravi di noi, perché hanno sostenuto i ragazzi con maturità applaudendoli anche nelle sconfitte e volendo loro bene. Un’altra pagina di storia sta per essere scritta. Quello che conta è emozionare ed emozionarsi. GRAZIE con tutto il cuore per il grande affetto che mi avete dimostrato. U.S. ANCONA, una storia al plurale. NOI&VOI”.

La serata è poi proseguita con un fantastico spettacolo pirotecnico che ha colorato il cielo sopra il Del Conero nello stupore dei presenti. A campeggiare in gradinata la scritta GRAZIE in rosso che ha rappresentato perfettamente la grande gratitudine reciproca tra pubblico e Società, salutata da cori e applausi a scena aperta.

Una serata memorabile a tinte biancorosse

Ogni giorno si aggiungono nuovi tasselli di quella che sarà sicuramente una serata memorabile allo Stadio Del Conero.

Alla festa per ricordare la prima storica promozione in Serie A dell’Ancona che si svolgerà domani sarà presente il Segretario Generale della Lega Pro Emanuele Paolucci.

La Società sarà presente al completo, con Mauro Canil, Roberta Nocelli, Roberto Ripa ed Antonio Postacchini. Tony Tiong parteciperà attraverso uno speciale video messaggio. Porterà il suo saluto anche l’Assessore allo Sport Andrea Guidotti e non mancheranno le sorprese, con interviste sul palco a tutti i protagonisti di allora e di oggi.

Questi gli elenchi delle squadre che scenderanno in campo per l’esibizione delle 18:30.

Squadra 1 Curva Nord: Alessandro Di Nardò, Alfredo Discepoli, Joe Abram (cap.), Jacopo Puorro, Davide Boldrini, Thomas Marzioni, Diego Scudiero, Tommaso Napolitano, Emanuele D’Andreis, Mattia Astolfi, Giacomino Giommi, Tommaso Lombardi, Gabriele Giampaoli, Daniele Graziosi, Alessandro Graziosi, Edoardo Moretti. Allenatore: Alfredo Portaleone. Dirigenti accompagnatori Thomas Catani, Alessio Abram, Andrea Verdinelli, Massimo Donnini, Ennio Giommi.

Squadra 2 Ancona: Nista, Fontana, Lorenzini, Pecoraro, Mazzarano, Bruniera, Lupo, Gadda, Tovalieri, Ermini, Bertarelli, Avella, Cugini, Rolfini, Ruani, Moretti, D’Eramo, Faggioli, Di Renzo, Turchi, De Angelis. Allenatori: Vincenzo Guerini e Gianluca Colavitto.

Convocazione in Rappresentativa U15 Lega Pro per Francesco Cilla

Ancora una convocazione in Rappresentativa U15 Lega Pro per il difensore classe 2007 Francesco Cilla.

La Rappresentativa Lega Pro U15 parteciperà al “Torneo Internazionale di calcio giovanile Città di Cava dei Tirreni” in programma a partire da lunedì 06 Giugno con la fase a gironi fino alla finale di sabato 11 Giugno.

07 Giugno 2022: celebriamo un trionfo

Celebriamo un trionfo. Il sette giugno del 1992, l’Ancona di Vincenzo Guerini con il pareggio alla penultima giornata di campionato a Bologna, volava in Serie A per la prima volta.

Un successo maturato dopo 87 anni di storia. Prima di allora, erano state rare le occasioni di gloria per il massimo sodalizio calcistico, rivitalizzato solo dalla gestione Maiani e poi, definitivamente, da quella di Edoardo Longarini.

Martedì sette giugno 2022, trent’anni dopo, la società tutta ha voluto organizzare un vernissage che si terrà allo Stadio Del Conero. Doveroso ospitare gli eroi del Dall’Ara salutandoli come meritano ancor oggi.

L’evento si terrà allo Stadio Del Conero alle 18:30 con la presentazione della squadra di allora che si esibirà contro una delegazione della Curva Nord tra le 18:45 e le 19. Alla fine del match sarà possibile cenare grazie alla presenza degli stand gastronomici che si posizioneranno attorno al rettangolo verde. La serata proseguirà con interviste esclusive, aneddoti e tante altre sorprese.

Ricordiamo che i biglietti sono disponibili a soli 3€ (curva nord, tribuna e curva sud). Il sito di riferimento è https://www.diyticket.it/events/Sport/8006/30-anni-7-giugno-1992-7-giugno-2022.

In questa giornata afosa intendiamo anche salutare tutto il gruppo che il 5 giugno del 1988, agli ordini di Giancarlo Cadè, raggiunse la Serie B superando il Livorno per tre a zero.

“Andiamo in rete”: oggi la giornata conclusiva

Si è svolta oggi presso il CUS di Ancona la giornata conclusiva del progetto “Andiamo in rete” realizzato in collaborazione con UNIVPM, Confartigianato, Cus Ancona e Ancona-Matelica.

“Ringrazio tutte le compagini che hanno condiviso con noi questa esperienza che ci ha dato la possibilità di entrare nelle scuole per ridare allo sport l’importanza che merita. Mi auguro che sin dalla prossima stagione si possa allargare ad un pubblico più ampio questo nostro importante progetto che non è solo sportivo ma bensì sociale. Fare attività fisica in gruppo permette ai nostri bambini di socializzare e crescere in maniera armoniosa confrontandosi con gli altri. Uno spirito educativo, morale e di grande valore umano”.
Roberta Nocelli

Il punto con il Responsabile Scouting del Settore Giovanile biancorosso Alessandro Bellavista

“La passata stagione sportiva – ha dichiarato Alessandro Bellavista – è utilizzata per mappare le province di Ancona/Macerata/Pesaro-Urbino/Fermo. Abbiamo lavorato per avere una conoscenza minuziosa di tutte le società che gravitano all’interno di questo territorio, dall’U17 all’U10 (2005-2012), frequentando allenamenti, partite, società affiliate, tornei, rappresentantive. Con i nuovi innesti nell’area scouting vogliamo espanderci ancora di più in vista della stagione sportiva che verrà”.

“A livello operativo – ha proseguito – comunico agli osservatori, il giovedì mattino, quali partite dovranno coprire nel weekend, in base agli obiettivi prefissati. Ad esempio nel prossimo weekend riusciremo a vedere 16 partite, dunque 32 squadre. Nello specifico Danilo Stefani vedrà 3 partite tra sabato e domenica delle categorie esordienti e pulcini, Stefano Pizzi vedrà 4 partite tra sabato e domenica delle categorie giovanissimi e pulcini, Andrea Lunadei vedrà 2 partite sabato delle categorie giovanissimi ed esordienti, Francesco Beccaceci vedrà 6 partite tra sabato e domenica delle categorie allievi/giovanissimi/esordienti, e il sottoscritto vedrà una partita sabato della categoria giovanissimi. Dalla prossima settimana inoltre saremo presenti a tutti i tornei: torneo Velox (Allievi e Giovanissimi), Memorial Buccolini (Giovanissimi), Trofeo Marche (Giovanissimi), Torneo Cleti (Esordienti), Torneo Città di Jesi (Allievi e Giovanissimi), Torneo Venanzoni (Allievi e Giovanissimi)”.

“Ciò che andiamo ad osservare nei giovani calciatori non sono solo le capacità tecnico-tattiche – ha continuato Bellavista – ma anche carattere, applicazione, motivazione, disponibilità (sia in allenamento che in partita). Chiaramente va fatto un distinguo tra quello che viene ricercato in un ragazzo sopra ai 14 anni e sotto ai 13 anni. Nel primo caso i nostri osservatori sanno quali aspetti guardare per ogni ruolo, nel secondo caso invece è importante individuare capacità coordinative e l’attitudine alla pratica calcistica. Ad ogni modo siamo molto attenti all’aspetto caratteriale. Ricerchiamo ragazzi con mentalità e coraggio, determinati, con velocità di apprendimento e capacità cognitive, e che sanno reagire velocemente ad eventi negativi. È fondamentale anche saper andare oltre la prestazione, capire l’intenzione del giocatore. Lavoriamo per selezionare calciatori che possono rimanere nel settore giovanile per più anni e magari un giorno esordire in prima squadra”.

“Ci tengo a sottolineare – ha concluso Bellavista – che con il nostro reparto scouting saremo presenti anche ai camp di Cingoli e Ancona. Mi auguro ci saranno tante presenze perché per noi sarà sicuramente un’occasione importante per vedere ancor più ragazzi”.

L’Ancona Matelica partecipa al progetto “La via dell’ascolto – Tomatis per tutti”

L’Ancona Matelica partecipa al progetto “La via dell’ascolto – Tomatis per tutti”

Il progetto, che si rivolge ai bambini con disturbi comportamentali e sensoriali, è promosso dal Centro Multispecialistico DSA di Ancona in collaborazione con la Fondazione Ospedale Salesi.

Nel mese di giugno sulla piattaforma Charity Stars sarà promossa un’asta benefica di raccolta fondi per consentire a venti bambini con epilessia di seguire gratuitamente il metodo del dottor Tomatis che, attraverso la musica, stimola la persona nella sua globalità psicofisica, migliorando disturbi e ritardi.

Molti sportivi e personaggi famosi hanno donato cimeli autografati o la possibilità di vivere delle esperienze con loro per chi parteciperà all’asta.

L’Ancona Matelica ha deciso di donare la maglia che lo storico capitano dell’Ancona Massimo Gadda indosserà in occasione della festa dei trent’anni dalla prima Serie A biancorossa, che si terrà il 07 giugno a partire dalle 18:30, autografata da tutti i protagonisti presenti.

La società “adotterà” anche uno dei venti bambini partecipanti al progetto, provvedendo ad occuparsi del suo percorso di cura.

“Il calcio non è solo giocato – ha commentato Roberta Nocelli – ma soprattutto vissuto a 360 gradi.
Veicolare informazioni, sostenere progetti, trasmettere valori importanti è da sempre il nostro biglietto da visita. Utilizzare lo sport per essere vicini alle persone che sono meno fortunate di noi è il modo migliore per dare un senso al nostro impegno quotidiano per creare emozioni”.

 

Guarda il video: https://fb.watch/dgspbEA2cI/

30 anni dalla prima storica promozione in Serie A

7 giugno 2022 / trent’Anni

 Una serata di musica, ricordi, interviste e tanto tanto altro!

Inizio esibizione dei protagonisti della storica annata alle ore 18.30.

A seguire cena con stand gastronomici presenti all’interno dello Stadio Del Conero.

Biglietti disponibili a soli 3€ (curva nord, tribuna e curva sud) su

https://www.diyticket.it/events/Sport/8006/30-anni-7-giugno-1992-7-giugno-2022

L’osservatore Francesco Beccaceci entra a far parte dell’Area Scouting del Settore Giovanile dell’Ancona Matelica

L’Area Scouting del Settore Giovanile dell’Ancona Matelica si arricchisce di una nuova e fondamentale pedina.

Si tratta di Francesco Beccaceci, classe 1982, di Agugliano, abilitato Collaboratore Gestione Sportiva ed Istruttore di Scuola Calcio, profilo stimato e conosciuto in tutto il territorio di Marche, Abruzzo ed Emilia Romagna dove per nove anni ha svolto il ruolo di Osservatore del Settore Giovanile per l’Atalanta.

A dargli ufficialmente il benvenuto nella famiglia biancorossa il Direttore Tecnico del Settore Giovanile Alberto Virgili.

“Nell’ottica del potenziamento delle figure che fanno parte del nostro Settore Giovanile – ha dichiarato Virgili – e per avere una programmazione ancora più seria, lungimirante ed oculata per il futuro, abbiamo individuato in Francesco il profilo più adatto per entrare a far parte dell’Area Scouting del nostro Settore Giovanile gestita e coordinata da Alessandro Bellavista. Francesco è un ragazzo del territorio, che per tanti anni ha ricoperto il ruolo di osservatore per uno dei club più importanti nel panorama calcistico italiano in ambito di Settore Giovanile che è l’Atalanta. Oltre ad essere molto competente, Francesco è un ragazzo di grandi qualità umane. Come Società siamo orgogliosi del suo arrivo. Si tratta di un nuovo passo in avanti verso la prospettiva alla quale stiamo mirando, coerentemente con quello che la nuova Proprietà e a suo tempo patron Canil hanno sempre enfatizzato, ovvero la centralità nel progetto del Settore Giovanile. Per far sì che esso possa migliorare e crescere anno dopo anno abbiamo bisogno di un’area Scouting importante, che possa intervenire sul territorio e abbia un quadro molto delineato della situazione dei giovani talenti nelle Marche, ma non solo”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Responsabile dell’Area Scouting del Settore Giovanile biancorosso Alessandro Bellavista.

“Entra a far parte della nostra squadra Scouting un ragazzo che a livello lavorativo conosco da tempo – ha dichiarato Bellavista – ma che umanamente ho conosciuto meglio nell’ultimo anno. Francesco rispecchia perfettamente i valori che cerchiamo nel nostro team ed arriva ad arricchire un gruppo valido e qualitativo, con il quale anche quest’anno è stato fatto un buon lavoro. La sua esperienza ci porta indubbiamente un qualcosa in più ed il suo arrivo è anche un ulteriore segnale che la Società manda al territorio sulla serietà del progetto. Francesco può aiutarci a crescere e a raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati, come sono sicuro che dal canto nostro anche noi possiamo arricchire il suo bagaglio.

Per noi è un colpo da novanta. Appena abbiamo saputo di questa possibilità l’abbiamo voluto fortemente, pensando che possa essere la persona ideale per continuare a monitorare insieme a tutta l’Area Scouting i giovani talenti del territorio per creare le fondamenta per il futuro dell’Ancona. Francesco lavorerà a stretto contatto con me. Il suo ruolo sarà ancora più importante per la conoscenza che ha delle persone che gravitano nel territorio e per la sua massima disponibilità”.

Entusiasta Francesco Beccaceci.

“Sono molto felice. Arrivo con grande emozione ed entusiasmo, misti a forte senso di responsabilità. La mia è una scelta di cuore – ha commentato Beccaceci – visto che sono anconetano e tifoso dell’Ancona, quindi corono il sogno di ogni ragazzo che andava allo stadio Dorico con il padre. La mia è anche una scelta precisa e ponderata perché credo molto nei programmi della Società e di Alberto Virgili, nella sua volontà di puntare forte sull’Area Scouting per la ricerca e selezione di giovani calciatori. Al tempo stesso credo tantissimo nel valore umano e professionale delle persone che fanno parte di questo progetto come Virgili, Roberta Nocelli e Roberto Ripa. Ci tengo a ringraziare l’Atalanta, soprattutto i responsabili Roberto Marta e Luca Silvani, per aver capito la mia volontà di intraprendere una nuova sfida e avermi dato fiducia in questi nove anni intensi e ricchi di soddisfazioni, che mi hanno fatto crescere sia dal punto di vista lavorativo che umano”.

1 2 3 4 53