canilfideahalleytechbnosafemastergroup

Day

Gennaio 30, 2022

Lucchese – Ancona Matelica 2-2

CAMPIONATO SERIE C, GIRONE “B”
XXIV^ GIORNATA

LUCCHESE – ANCONA MATELICA 2-2

LUCCHESE (4-3-1-2): 1 Coletta; 21 Corsinelli, 5 Bachini, 13 Belllich (21’ st 27 Baldan), 6 Nannini; 15 Collodel (21’ st 16 Frigerio), 58 Minala (1’ st 4 Bensaja), 3 Visconti; 30 Belloni (38’ st 26 Brandi); 9 Babbi (31’ st 18 Babbi), 10 Semprini. A disposizione: 22 Cucchietti, 7 Gibilterra, 8 Picchi, 14 Quirini, 19 Ubaldi, 23 Zanchetti, 25 Ruggiero. Allenatore: Guido Pagliuca.
ANCONA MATELICA (4-3-3): 12 Vitali; 14 Tofanari, 25 Masetti (41’ st 21 Del Sole) 6 Iotti, 28 Maurizii; 4 Iannoni, 27 Papa (15’ st 7 Gasperi), 8 Delcarro (41’ st 23 D’Eramo); 10 Sereni (15’ st 9 Rolfini), 18 Faggioli (33’ st 5 Bianconi), 17 Moretti. A disposizione: 1 Canullo, 22 Avella, 3 Di Renzo, 19 Palesi, 20 Vrioni, 26 Ruani, 33 Noce. Allenatore Gianluca Colavitto.
ARBITRO: Sig. Luca Zucchetti della sezione di Foligno.
ASSISTENTI: Sig.ri Egidio Marchetti della sezione di Trento e Matteo Paggiola della sezione di Legnago.
QUARTO UOMO: Sig. Nicoló Dorillo della sezione di Torino.
RETI: 1’ pt Semprini, 16’ pt e 30’ pt (rig) Faggioli, 8’ st Visconti
NOTE: spettatori totali 762 di cui 27 ospiti; locali in divisa rossonera, pantaloncini e calzettoni neri e portiere verde; ospiti in divisa biancorossa, pantaloncini e calzettoni bianchi e portiere blu; espulsi al 36’ st Corsinelli (doppio giallo) e al 46’ st il massaggiatore Vannucchi; ammoniti mister Pagliuca in panchina, Baldan,Bensaja, Sereni, Bachini, Nannini e Minala; corner 3-7; recupero 0’ pt, 5’ st.

LUCCA – L’Ancona Matelica torna con il bicchiere mezzo pieno dalla seconda trasferta consecutiva in Toscana che frutta un altro punto in classifica, utile a salire a quota 36.
I ragazzi di mister Colavitto, seguiti anche da un piccolo numero di sostenitori, al Porta Elisa dividono infatti la posta con la Lucchese, proseguendo nella striscia positiva (sette giornate con 15 punti).
All’interno dell’ipotetica griglia playoff le pantere, alla ricerca di un pronto riscatto dopo lo stop di misura di Olbia ed il pari nel recupero con l’Imolese.
Mister Pagliuca sceglieva il classico 4-3-1-2: out Fedato, in avanti spazio alla coppia Babbi e Semprini, con Belloni alle spalle.
La risposta di mister Colavitto era affidata alla conferma quasi totale del blocco capace di imporsi per 5-0 a Pontedera. Le uniche variazioni riguardavano il pacchetto arretrato dove Maurizii e Masetti si avvicendavano con Bianconi e Di Renzo.
Partenza shock: dopo appena un minuto il calcio d’angolo dalla destra si trasformava in un perfetto assist per la testa di Semprini che portava in vantaggio i rossoneri, autori di un avvio a spron battuto.
Dopo la doccia fredda l’Ancona Matelica provava a riorganizzarsi e a cercare spazi, trovando un micidiale uno due.
Prima il pari al quarto d’ora con Faggioli in mischia poi il raddoppio alla mezzora ancora con il numero 18 dal dischetto (undicesimo sigillo stagionale), dopo un fallo su Moretti in area. Nel mezzo il grande intervento di Coletta a smanacciare in angolo una punizione di capitan Papa dalla sinistra destinata sotto la traversa.
Nella ripresa subito Bensaja rilevava da Minala le chiavi del centrocampo, con i toscani che con la girata di Visconti dalla sinistra, mentre gli ospiti sembravano in controllo, si riportavano invece in parità all’ottavo minuto.
L’Ancona Matelica provava subito a reagire con capitan Papa che su punizione centrava la traversa, ma i locali non stavano a guardare con lo stesso Bensaja che poco dopo lambiva il palo con una rasoiata.
Mister Colavitto gettava nella mischia Rolfini e Gasperi e proprio dal corner del primo, spizzato dal secondo, nasceva l’inzuccata di Delcarro, con palla di poco alta sul montante.
Negli ultimi dieci minuti di gioco i padroni di casa restavano in dieci per il doppio giallo comminato a Corsinelli.
Nel finale un pericoloso contropiede della Lucchese veniva sventato da Gasperi.
Mercoledì sarà già di nuovo ora di scendere in campo: i biancorossi sono attesi dalla terza trasferta consecutiva, questa volta in Sardegna, in casa dell’Olbia battuta 3-0 a Cesena.

La cronaca

Prima frazione
1’ pt GOL!! Lucchese in vantaggio con il colpo di testa di Semprini
16’ pt GOL!! La riprende in mischia Faggioli
22’ pt punizione per l’Ancona Matelica, Coletta si allunga e spinge in angolo la conclusione di Papa
30’ pt GOL!! Raddoppia dal dischetto Faggioli

Seconda frazione
8’ st GOL!! Visconti trova il pari
10’ st traversa di Papa
16’ st Bensaja a fil di palo
29’ st Delcarro di testa di poco alto
36’ st espulso Corsinelli
46’ st pericoloso contropiede

Primavera 4, Ancona Matelica – Monterosi Tuscia 1-0

ANCONA MATELICA: Piergiacomi, Romagnoli (Fabiani), Fagioli (Strappini), Bekjri, Gurini, Marcolini (Recanatini), Zepponi, Benigni (Catalani), Pangrazi, Carboni (Cirulli), Pecci, A disposizione: Raimondi, Bugari, Sampaolo, Filipponi. Allenatore: Valeriano Recchi.

MONTEROSI TUSCIA: Catarinelli, Ruggieri Rodrigo (Garofalo), De Simoni, Fiaschetti, Del Vescovo, Mariano (Sola), Follo (Fantilli), Viggiano (Giuncato), Del Canuto, Angustura, Ferreri. A disposizione: Cotugno, Di Giammarino, Pasquire, Gubbiotto, Maiozzi, Ruggieri Corrado, Feudo. Allenatore: Stefano Cerbella (allenatore in seconda).

RETE: 13’ pt Gurini.

NOTE: ammoniti Gurini (A), Benigni (A) , Mariano (M) , Ferreri (M) , Gubbiotto (M).

Riparte con una bella vittoria la Primavera 4 che al ‘Dorico’ batte per 1-0 il Monterosi Tuscia e riaccende la speranza di riacciuffare il treno play off.

I ragazzi di mister Recchi, dopo aver sfiorato il vantaggio con Carboni sugli sviluppi di un calcio d’angolo, realizzano la rete del vantaggio al 13’ con Gurini che di testa in mischia salta più in alto di tutti e trafigge il portiere del Monterosi su un assist perfetto da corner di Benigni.

Il Monterosi prova a reagire e al minuto 42 colpisce il palo con Mariano.

La prima frazione si chiude con i padroni di casa, che avrebbero  potuto anche sfruttare meglio alcune ripartenze, meritatamente in vantaggio.

Nella ripresa il Monterosi prova a recuperare lo svantaggio, ma l’Ancona Matelica con ordine e attenzione respinge tutte le offensive.

L’ultimo quarto d’ora è denso di emozioni.

Al 75’ il Monterosi sfiora il pareggio con la traversa colpita da Fiaschetti, dall’altra parte i biancorossi rischiano più volte il raddoppio, prima con Strappini che all’83’ manda fuori da pochi passi e poi con Pangrazi, che al 90’ in contropiede su un ottimo assist di capitan Pecci colpisce il palo a portiere battuto.

Prossimo impegno sabato 5 febbraio a Rignano sull’Arno contro L’Aquila Montevarchi, attualmente seconda forza del campionato.

“Prima di tutto ci tengo a ringraziare la Presidente Roberta Nocelli che ancora una volta ci ha portato fortuna. Sono due volte che viene a parlare al campo prima di una partita e sono due volte che vinciamo. Le sue parole hanno motivato ancora di più i ragazzi. Proprio a loro va il mio secondo ringraziamento. Hanno fatto una gara d’orgoglio e volontà. Nonostante le difficoltà, hanno sfoderato, specie nella prima frazione, una buona prestazione. Il vantaggio è stato meritato, la gara è stata fatta con attenzione e rischiando pochissimo. Nel secondo tempo invece hanno dimostrato grande personalità, stringendo i denti per portare a casa il risultato senza mollare un centimetro anche davanti alla veemente reazione della squadra avversaria, sfiorando anche il raddoppio. Una bella prova che ci fa ancora sperare per il futuro, che ci dà motivazione, convinzione e morale” ha commentato al termine mister Valeriano Recchi.